Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
XagenaNewsletter
Medical Meeting

Tumore colorettale nella malattia di Crohn


La malattia di Crohn è un fattore di rischio per il tumore del colon-retto. Tuttavia, gli studi disponibili riflettono le strategie di trattamento e sorveglianza più datate e la maggior parte ha valutato i rischi per carcinoma del colon e del retto incidente senza tenere conto della sorveglianza e dei bias del tempo di sopravvivenza post-diagnosi ( lead-time ).
Tali bias possono essere tenuti in considerazione valutando l'incidenza di carcinoma colorettale per stadio del tumore e la mortalità per stadio del tumore.

Sono stati valutati i tassi di tumore colorettale incidente e mortalità per tumore del colon-retto tra i pazienti con malattia di Crohn rispetto alla popolazione generale.

Per questo studio di coorte basato su registri, sono stati usati i codici ICD nei registri dei pazienti e nei report patologici per identificare i casi di malattia di Crohn incidente.
In Danimarca sono stati cercati i casi incidenti tra il 1977 e il 2011 e in Svezia tra il 1969 e il 2017.

Per ogni paziente con malattia di Crohn, sono stati identificati fino a dieci persone di riferimento nei registri di popolazione abbinate per sesso, età, anno e luogo di residenza.

Gli individui di riferimento abbinati dovevano essere vivi e liberi da malattia infiammatoria intestinale all'inizio del follow-up dei pazienti indice con malattia di Crohn, e smettevano di contribuire agli anni-persona di riferimento se gli veniva diagnosticata una malattia infiammatoria intestinale.

L’esito principale era la morte per tumore del colon e del retto ( causa principale o contributiva della morte ) registrata nei registri delle cause di morte.
L’esito secondario era il carcinoma colorettale incidente, definito dai registri del tumore.

Sono stati stimati gli hazard ratio ( HR ) per il tumore colorettale incidente e per la mortalità da tumore del colon e del retto, tenendo conto dello stadio del tumore.
Sono stati stimati gli hazard ratio specifici per la causa dei diversi esiti ( diagnosi di tumore colorettale, morte per tumore colorettale e altre cause di morte ) aggiustati per stadio del tumore alla diagnosi di carcinoma del colon e del retto.

Durante il periodo di studio 1969-2017, sono stati identificati 47.035 pazienti con malattia di Crohn ( 13.056 in Danimarca e 33.979 in Svezia ) e 463.187 individui di riferimento corrispondenti.

Durante il follow-up, si sono verificati 296 decessi per carcinoma del colonretto ( 0.47 per 1.000 anni-persona ) tra gli individui con malattia di Crohn rispetto a 1.968 ( 0.31 per 1.000 anni-persona ) negli individui di riferimento, corrispondenti a un hazard ratio complessivo aggiustato di 1.74. 499 casi ( 0.82 per 1.000 anni-persona ) di carcinoma colorettale incidente sono stati diagnosticati in pazienti con malattia di Crohn rispetto a 4.084 casi ( 0.64 per 1.000 anni-persona ) in soggetti di riferimento, corrispondenti a un hazard ratio complessivo aggiustato di 1.40.

I pazienti con malattia di Crohn a cui è stato diagnosticato un tumore del colon e del retto erano ad aumentato rischio di mortalità per tumore colorettale rispetto agli individui di riferimento a cui era stato diagnosticato carcinoma del colon e del retto ( HR 1.42 quando si è aggiustato per lo stadio del tumore ) e lo stadio del tumore alla diagnosi di carcinoma colorettale non è variato tra i gruppi ( P=0.27 ).

I pazienti con malattia di Crohn che avevano avuto un follow-up di 8 anni o più o che erano stati diagnosticati con colangite sclerosante primaria e quindi potenzialmente idonei alla sorveglianza per tumore del colon-retto hanno avuto un aumentato rischio complessivo di morte per carcinoma colorettale ( HR 1.40 ) o diagnosi di tumore del colon e del retto ( HR 1.12 ).

Tuttavia, nei pazienti potenzialmente idonei alla sorveglianza per tumore colorettale sono stati riscontrati solo rischi significativamente maggiori nei pazienti con diagnosi di malattia di Crohn prima dei 40 anni, pazienti con attività della malattia solo nel colon, o pazienti con colangite sclerosante primaria.

I pazienti con malattia di Crohn sono ad aumentato rischio di diagnosi di carcinoma del colon-retto e morte per cancro colorettale.
I pazienti con malattia di Crohn che hanno un tumore del colon-retto hanno una mortalità più elevata rispetto ai pazienti senza malattia di Crohn a cui viene anche diagnosticato questo tipo di tumore.

La sorveglianza per carcinoma colorettale dovrebbe probabilmente concentrarsi sui pazienti con diagnosi di malattia di Crohn prima dei 40 anni, sui pazienti con infiammazione del colon e su quelli che hanno colangite sclerosante primaria. ( Xagena2020 )

Olén O et al, Lancet Gastroenterology & Hepatology 2020; 5: 475-484

Gastro2020 Onco2020



Indietro